DivingDiving
Forgot password?

Immersioni in Oman

Se vuoi fare immersioni in Oman in questo articolo trovi informazioni su:

  • località più belle dove fare diving;
  • periodo ideale in cui andare per praticare questo sport;
  • fondali marini e pesci che potrai vedere.

Siti di immersione e spot in Oman

Il primo posto sono le Isole Daymaniyat, che si trovano nel Golfo dell’Oman, poco più a nord di Muscat.

I bellissimi fondali delle Daymaniyat, con spot come Clive Rock, Garden of Eden (chiamato così perché è un vero paradiso sottomarino), Shark Alley e Stingray Paradise, che come suggeriscono i nomi sono rispettivamente punti ideali per l’osservazone di squali e razze, che popolano le acque dell’arcipelago insieme alle tartarughe e a numerose specie di pesci, attratti dal plancton.

Questi fondali sono esplorabili solo in barca quindi occorre rivolgersi a centri diving specializzati e assicurarsi che abbiano in programma la visita del Parco Marino, non sempre prevista.  La loro barriera corallina si trova a 20 Km dalla costa, a circa 45 minuti di navigazione da Muscat.

Un’altra barriera corallina è quella di Salalah: qui in punti di immersione come Eagle Bay è possibile ammirare la vita sommersa dei fondali sabbiosi, e poi avvicinarsi al bellissimo reef. Diversi resort in questa zona mettono a disposizione degli ospiti diving center a cui appoggiarsi per organizzare al meglio le immersioni, adattandole al livello di tutti i partecipanti.

Anche Muscat, la principale città del nord est dell’Oman, offre diverse soluzioni per il diving: i più famosi spot sono Bander Khayran e Fahal Island: il primo è di fronte a una riserva a circa un’ora di strada, il secondo sul mare davanti a Qurm, a circa 15 chilometri.

E dopo le immersioni, consigliamo di visitare in questa antica città portuale almeno 3 delle sue principali attrazioni, quali:

  • la grande Moschea del Sultano Qaboos;
  • la Royal Opera House;
  • il Museo di Storia dell’Oman.

Qual è il periodo migliore per fare diving in Oman?

Da dicembre a febbraio è il periodo ideale, infatti se fin da ottobre l’acqua raggiunge temperature di ben 28 gradi, da dicembre in poi è ottima anche la visibilità sottomarina, per godere al massimo gli incantevoli paesaggi sommersi del Golfo dell’Oman e del Mar Arabico.

daymaniyat

Daymaniyat

Oman proprio grazie alla sua vicinanza agli emirati, al clima e alla bellezza del mare, è diventato una meta turistica sempre più scelta, oltre che una delle destinazioni di diving più apprezzate al mondo.

Fondali e pesci da vedere nel mar Arabico e Golfo di Oman

Perchè scegliere proprio Oman come destinazione per fare questo sport?

Il motivo sono proprio i suoi fondali: il mare è caldo e alla portata di tutti, la barriera corallina è spettacolare e le acque, ricche di plancton, ospitano una gran quantità di fauna sottomarina, dai cavallucci marini fino alle mante giganti.

Potrete ammirare più di 80 specie di corallo compreso il meraviglioso corallo viola, vari tipi di piante sottomarine come le gorgonie.

E inoltre quasi 1000 specie ittiche, tra cui vari tipi di pesce tropicale, come il pesce soldato o il pesce pappagallo, ma anche squali corallo, barracuda, squali balena, tartarughe, tonni, dentici striati e molti altri.

 

OFFERTE VIAGGI DIVING IN OMAN

In un solo click scopri tutti i dettagli delle offerte!

Clicca e vedi programma dettagliato, foto, opinioni sui viaggi!

Non perdere queste ULTIME OCCASIONI DELLA SETTIMANA!